Edizione 2005

Il Festival

Il Lucca Film Festival, organizzato dall’Associazione VI(S)TA NOVA, è un evento a cadenza annuale di celebrazione e diffusione della cultura cinematografica.

Il Lucca Film Festival nasce nel 2004 grazie all’impulso di Nicola Borrelli, laureato presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. Viene pertanto costituita l’associazione culturale VI(S)TA NOVA animata dal lavoro dei soci fondatori quali Stefano Giorgi, Alessandro
De Francesco, Andrea Bernardini, Andrea Monti, Luca Peretti, Philippe Dijon de Monteton e Andrea
Puccini e da numerosi collaboratori che si sono aggiunti nel corso degli anni.

L’associazione nel 2005 ha ricevuto un primo sostegno dalla Banca Toscana, dal Comune di Lucca, dalla Provincia di Lucca e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che nel 2013 è infine divenuta il principale e il più importante sostenitore della manifestazione. Già nel 2006 si erano aggiunti, in qualità di finanziatori, la Fondazione Banca del Monte di Lucca ed anche alcuni enti privati, fra i quali l’organizzatore di eventi Andrea Colombini.

La prima edizione del Lucca Film Festival si svolse dal 14 al 17 settembre 2005 negli spazi del Cinema Centrale e del Teatro San Girolamo dal 14 al 17 settembre. L’edizione rese omaggio a Marco Melani, personaggio profondamente ammirato dagli organizzatori del Festival, anche grazie ad una lunga ricerca sull’artista volta a svelare gli aspetti inediti legati alla sua figura per mezzo di una serie di interviste ai suoi amici più cari. Tra le numerose tappe di un viaggio che si snodò su tutta la penisola si ricorda in particolare l’intervista a Tonino De Bernardi, regista underground sperimentale di origine torinese, caro amico di Melani. Fu Enrico Ghezzi critico cinematografico, saggista e autore televisivo, amico e collaboratore di Melani, ad introdurre la prima proiezione ‘L’uscita dalle officine Lumière’ dei fratelli Lumière”. Il secondo film che aprì la manifestazione fu Roma ore 11 per la regia di Giuseppe De Santis, scelto appositamente in quanto pellicola preferita del compianto Marco Melani. La prima edizione si caratterizzò da 25 proiezioni, dibattiti e conferenze, dando spazio inoltre ad opere di registi emergenti (Hernan Belon, Corinna Schnitt, Corneliu Porumboiu, Jeffrey St. Jules, Lorenzo Recio, Holger Ernst, Pablo Benedetti e Massimo Coglitore). Nella prima edizione si posero le basi fondanti della programmazione del Festival: la presenza di grandi ospiti – come ad esempio il regista spagnolo Adolfo Arrieta per la prima edizione – una attenzione al dibattito e alla ricerca, la volontà di promuovere e indagare le produzioni cinematografiche contemporanee e infine le retrospettive che si concentrano su un tema o genere in particolare, oppure su un regista o attore.