Edizione 2008

Il Festival

La quarta edizione del Lucca Film Festival si è svolta a Lucca nell’arco di 9 giorni, dal 10 al 18 ottobre, presso il Teatro San Girolamo, Cinema Italia, Vino&Kino. Le esposizioni artistiche hanno occupato gli spazi del Complesso di San Micheletto e della Ex-Manifattura Tabacchi.

La rassegna è stata sponsorizzata dalla Provincia, dal Comune e dall’Apt di Lucca, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca, e dagli sponsor privati Banca Toscana, The Caledonian e Natural Project.

Film in anteprima

Anteprima di ‘Schifanosaurus Rex’ di Francesco Brocani, film sull’artista e amico Mario Schifano

Anteprima dei film realizzati col cellulare da Stephen Dwoskin

Presentazione in anteprima del progetto ‘Twenty Puccini’, film collettivo che comprende brevi opere dedicate a Giacomo Puccini da numerosi registi indipendenti e non.

Una larga retrospettiva su una delle figure principali nel panorama del cinema sperimentale e d’avanguardia: Jonas Mekas

Un ampio Omaggio a Jonas Mekas, che è stato presente nei primi giorni del Festival, con una mostra alla Fondazione Ragghianti e con 15 ore di film. Il poeta, critico e film-maker lituano con il proprio lavoro ed impegno ha saputo legittimare l’intero pensiero underground, diventandone una delle figure più rappresentative. Il Festival – proponendosi di realizzare qualcosa di unico nel suo genere – ha presentato i suoi primi film in 16mm fino ai video più recenti. Oltre a questo è stata realizzata una esposizione presso la Fondazione Raggianti, inaugurata venerdì 10 ottobre e terminata il 2 novembre.

Una retrospettiva su un’altra figura del cinema indipendente e sperimentale: Pierre Clémenti

Anticonformismo e ribellione nell’omaggio dedicato al poeta, scrittore, attore e regista francese Pierre Clémenti. Il Festival ha mostrato in anteprima assoluta alcuni suoi film restaurati, nei quali si registra la partecipazione di vecchi amici di Pierre come Marc’o, Jean-Pierre Kalfon e Franco Brocani. Tutto questo grazie all’appoggio, il sostegno e l’amicizia del figlio Balthazar Clémenti, presente al Festival.

Un tributo ad un giovane regista emergente, che opera nel cinema mainstream, ma presenta posizioni originali e tese a rinnovare i propri codici: Shane Meadows

Focus sul nuovo cinema inglese, rappresentato da Shane Meadows, il regista classe 1972 che ad appena 25 anni scrive e dirige “Ventiquattrosette” (1997), presentato a Venezia e vincitore del premio Fipresci.  Le tre opere successive – “A room for Romeo Brass “(1999) “C’era una volta in Inghilterra” (2002) e “Dead Man’s Shoes” (2004) – dimostrano nuovamente la capacità di Meadows di raccontare la provincia inglese e le sue contraddizioni. Nel 2006 il suo nuovo “This is England”, film di forte impatto emotivo sull’ambiente Skinheads degli anni ’80, lo lancia sulla scena internazionale. Il Festival ha deciso di dedicare una retrospettiva su questo autore pluripremiato in tutto il mondo, ma ancora sconosciuto al pubblico italiano.

Un tributo ad un regista affermato nel panorama cinematografico internazionale: Kyioshi Kurosawa

Il quarto cineasta omaggiato viene dal Giappone e si chiama Kiyoshi Kurosawa, il talentuoso e poliedrico regista nato a Kobe nel 1955 che esordisce nei primi anni Ottanta nel genere pinku-eiga. Tuttavia nel corso degli anni sviluppa una personale poetica che lo vede affermarsi nei più vari generi cinematografici, dalla commedia al poliziesco, dallo yakuza all’horror. I tre film che il Festival ha proposto (“Cure”, “Carisma”, “Kairo”) rappresentano una summa significativa di questa poetica che, oltre ad aver portato alla ribalta internazionale il regista, ne hanno messo a nudo fragilità umane e punti di forza, rivelando la sua capacità di parlare con un linguaggio criptico e stimolante, lontano da ipocrisie.

Una retrospettiva minore, su un autore ancora poco conosciuto del panorama sperimentale, e mostra dedicata: Christian Lebrat

L’avanguardia francese è rappresentata da Christian Lebrat.  Non si tratta solo del film-maker sperimentale francese più importante, ma anche e soprattutto un autentico ed instancabile ricercatore nella sfera più ampia delle arti visive. Da molti anni porta avanti la sua lotta per l’esistenza del cinema d’avanguardia realizzando rassegne, scrivendo importanti testi critici e costituendo ed animando le grandi edizioni parigine di Paris Experimental. A Lucca è stata realizzata Vibrazioni, un’esposizione d’arte (presso la Ex Manifattura Tabacchi) dei suoi lavori fotografici e video, accompagnata da due performances in doppia proiezione 16mm. Nell’occasione sono stati mostrati tutti i suoi film sperimentali in pellicola.

Presentazione in anteprima del progetto Twenty Puccini

Non poteva mancare l’omaggio a Giacomo Puccini, in occasione del 150° anniversario della nascita del grande musicista. È stato proiettato, in anteprima mondiale, “Twenty Puccini”, un’opera collettiva su compositore lucchese più amato al mondo commissionata dagli organizzatori del Festival ad alcuni dei filmmakers che hanno partecipato alle precedenti edizioni della manifestazione o che parteciperanno alla prossima, tra i quali: Tsai Ming Liang, Jonas Mekas, Michael Snow, Tonino De Bernardi, Brady Corbet, Agnès Feuvre, Anthea Kennedy e Ian Wiblin, Keja Ho Kramer, Christian Lebrat e Lorenzo Recio. Per l’occasione sono stati  presenti al Festival molti registi del progetto, fra cui il regista malese Tsai Ming Liang e il giovane astro americano Brady Corbet.

Una retrospettiva tematica, che si concentra su un tema in particolare, oppure su di una nazione o un genere: Machinima

La sezione “Machinima” è una selezione di cortometraggi che riguarda quel filone di cinema d’animazione che utilizza e riprende in tempo reale giochi interattivi con un motore grafico 3D. Come da programma, si è svolta anche una conferenza-incontro assieme ai migliori esperti ed artisti del settore.

Vincitore Concorso Internazionale di Cortometraggi: Vertigo Rush’, regia di Johann Lurf (AU)

Luoghi delle proiezioni:

Teatro San Girolamo – Via San Girolamo

Cinema Centrale – in collaborazione con il Circolo del Cinema di Lucca, via di Poggio 36

Cinema Italia – in collaborazione con Ezechiele 25:17 – Via del Biscione, 32

Vino & Kino – Via della Dogana, 6

Attività espositive/performative:

Mostra su Jonas Mekas realizzata in collaborazione con la Fondazione Ragghianti, presso gli spazzi della suddetta Fondazione.

Mostra su Christian Lebrat realizzata presso gli spazi della Ex-Manifattura Tabacchi.