10 Cose che non sai sui film di George Romero

Facebook
WhatsApp
Twitter

In bianco e nero, a colori, a basso costo, qualsiasi siano le vostre preferenze relative ai film da guardare la notte di Halloween (e oltre), non potete che apprezzare il padre dei film dedicati agli zombie.

Prima che nascesse il filone televisivo e cinematografico dedicato ai non morti era George A. Romero a regalarci le prime pellicole su questi mostri.

Con i suoi film, tra cui Night of the Living Dead (La Notte dei Morti Viventi, 1968), Dawn of the Dead (Zombi, 1978) e Land of the Dead (La terra dei Morti Viventi, 2005) ha dettato le regole di questo genere. Attraverso la critica sociale e politica del suo tempo, rimane uno dei registi più apprezzati.

Ecco 10 cose che (forse) non sapete riguardo ai suoi film:

1.In Night of the Living Dead il ruolo di Ben, interpretato da Duane Jones, era stato inizialmente pensato per Rudy Ricci
Il personaggio non era stato pensato per un afroamericano, secondo il regista, Jones era semplicemente il migliore per la parte.

La sceneggiatura non fu cambiata e l’attore accettò il ruolo così come era. Quando Romero andò a New York per trovare un distributore a riprese concluse, sentì alla radio la notizia che Martin Luther King era stato assassinato.

Questo portò il film ad assumere i toni di una critica razziale che non era stata voluta da George Romero o dal co-sceneggiatore John Russo

2.Un libro racconta i retroscena del film
Night of the Living Dead: Behind the Scenes of the Most Terrifying Zombie Movie Ever di Joe Kane è stato pubblicato nel 2010 in America, dove vengono raccontati I retroscena e le curiosità legate al film

3. Il New York Times ha scritto una pessima recensione di Night of the Living Dead
Come molte delle critiche di quel anno, anche il New York Times scrisse una brutta recensione della pellicola.

L’articolo si concentrava sulla scarsa qualità degli attori, ‘Attori non professionisti che vengono assediati in una fattoria da altri attori non professionisti’. Decisamente parole dure per il film che ha preso la sua rivalsa anni dopo diventando un classico dei film horror

4. Diary of the Dead è stato girato in 20 giorni
Romero ha lavorato con budget e tempi risicati, e Diary of the Dead [2007] non ha fatto eccezione.

Considerando che è il film a tema zombie con il più alto finanziamento nella carriera del regista, è sorprendente che sia stato girato in soli 20 giorni e con una spesa di poco più di 2 milioni di dollari

5. Girare in un centro commerciale non è facile
Il regista ha raccontato che il luogo in cui stavano girando Dawn of the Dead [1978] chiudeva intorno alle 2 del mattino e riapriva alle 5.

Questo significava solo poche ore per girare il film e il problema di non poter utilizzare le luci già presenti sul posto. La soluzione del regista fu quella di portare luci colorate per le riprese nei grandi spazi. I colori ovviamente cambiarono il risultato dall’idea originale del regista…

6. Dawn of the Dead, secondo Romero, è un film… comico
Per sua stessa ammissione Romero ha definito il film comico, ‘Non ci trovo nulla di spaventoso, almeno in senso tradizionale. È in modo generico comico’.

I riferimenti alla satira del film non vengono considerati elementi di cui aver paura.

7. La scena dell’elicottero in Dawn of the Dead non è un effetto speciale
Romero ha raccontato che la scena dell’elicottero è completamente un effetto di prospettiva.

La lama non era sul set, Tom Savini [celebre truccatore] trovò un ragazzo con la testa abbastanza piatta da poter togliere la parte di testa fatta con il trucco, con un filo da pesca, così che sembrasse tagliata via

8. È stato ritrovato un footage perduto
Alla annuale convetion Monster Mania in Maryland il regista ha dichiarato di aver trovato un footage di 9 minuti di Night of the Living Dead.

La ripresa è girata nello scantinato e sembra sia la più grande scena con gli zombie di tutto il film

9.Martin Scorsese sta lavorando al restauro di Night of the Living Dead
Martin Scorsese sta lavorando sulla pellicola originale del film, probabilmente per una versione restaurata di Night of the Living Dead con l’aggiunta del footage perduto

10. “Night of the Living Dead” è un titolo libero da copyright
Quando il titolo del film fu cambiato da Night of the Flesh Eaters a Night of the Living Dead, il distributore decise di non mettere il copyright sul nuovo titolo, rendendo così il film di pubblico dominio

George A. Romero sarà ospite con i suoi leggendari film al Lucca Film Festival – Europa Cinema, dal 3 al 10 Aprile 2016.