Conferenza: Leonardo. Ritratto del Genio. Genesi e Bilanci di una Mostra Epocale “Leonardo Da Vinci. Il Disegno del Mondo 1452-1519”

Facebook
WhatsApp
Twitter
la locandina dell'evento
la locandina dell’evento 

Relatore: Pietro Marani, curatore della mostra, Presidente della Raccolta Vinciana di Milano, membro della Commissione Vinciana di Roma, docente ordinario di Storia dell’Arte Moderna al Politecnico di Milano.

A cura di: Alessandro Romanini

13 novembre 2015, ore 18:00

Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Piazza S.Martino, 4 Lucca

Promotori: Fondazione Centro Arti Visive di Pietrasanta, Lucca Film Festival e Europa Cinema

Info: +3 0584 792655 pressoffice@cavpietrasanta.it

 

 

LEONARDO. RITRATTO DI UN GENIO

Genesi e bilancio della mostra “Leonardo da Vinci. Il Disegno del Mondo 1452-1519”.

I molteplici aspetti del genio di Leonardo Da Vinci saranno illustrati nel corso della conferenza da Pietro Marani, esperto di livello mondiale e curatore della recente mostra milanese, venerdi 13 novembre all’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca ( Piazza S.Martino, 4 Lucca)

La mostra “Leonardo. Il Disegno del Mondo” scelta per promuovere la creatività italiana nel mondo, in occasione di Expo, Tenutasi a Palazzo Reale, a Milano (15 aprile – 19 luglio 2015) ha messo in evidenza tutti gli aspetti – molti dei quali inediti o poco conosciuti – dell’enciclopedica attività del Maestro di Vinci, pittore, scultore, scienziato, anatomista, musicista, teologo e inventore.

295mila visitatori in 3 mesi, 5 anni di preparazione, oltre 200 opere (divise in 12 sezioni) prestate da un centinaio di prestigiosi musei da tutto il mondo, 2miliardi e 200 milioni di euro di valore assicurativo, fiumi d’inchiostro su tutte le principali testate internazionali e un esercito di followers sui social network, questi sono alcuni dati dell’evento.

Come si capirà dalla mole d’immagini, filmati proiettati nella conferenza e dal commento del suo curatore, le 12 sezioni in cui sono state raccolte le oltre 200 opere, dai dipinti passando per le sculture fino ai disegni, i progetti per le “macchine” , manoscritti, incunaboli, cinquecentine, i sogni schizzati su carta, gli studi scientifici, le anatomie e le letture elettive, provengono da prestigiose collezioni.

Tra questi l’eccezionale corpus di disegni del celeberrimo Codice Atlantico e i 30 disegni autografi, prestati per la prima volta dalla collezione di sua maestà la Regina d’Inghilterra Elisabetta II, ma anche 3 dipinti dal Museo del Louvre,(Belle Ferronière, Annunciazione e San giovanni) il British Museum, National Gallery (con la famosa Madonna Dreyfuss) , Musei Vaticani (tra cui il San Gerolamo) e moltissimi altri.

La conferenza metterà in evidenza, anche quegli aspetti meno noti della complessa attività di Leonardo.

Aspetti a cui è stata dedicato ampio spazio nella mostra, come il rapporto di Leonardo con l’antichità (i rapporti con i testi di Platone come il Timeo o Aristotele) e le fonti archeologiche, i metodi d’indagine diretta sull’anatomia, i legami con Firenze e la Toscana (da Verrocchio a Botticelli, Ghirlandaio ecc..) e soprattutto la passione e lo studio per i moti dell’animo umano.

Un’occasione unica per indagare la complessa personalità e lo stile di uno dei geni artistici più acclamati a livello internazionale, attraverso le immagini e le parole del massimo esperto leonardesco.

Ingresso gratuito.