Schede Film

The voice of God

Bernd Lützeler, Germania, 2010, col., 9’35’’

Se Dio volesse scendere in terra e provare a guadagnarsi da vivere a Bombay, molto probabilmente otterrebbe molto successo in molti film indiani – e ancor più in documentari – come voce over.

 

Contra el Cine

Alberto Cabrera Bernal, Spagna, 2010, col., 9’

Un’aggressione al cinema narrativo attuata negli istanti in cui gli attori mostrano le loro spalle alla camera.

 

Pigs

Konstantina Kotzamani, Grecia, 2010, col., 13’

Un viaggio di maturazione, l’infantile incubo di K.. In una casa di legno rivive le sue paure e i suoi desideri.

 

Paper Memorie

Theo Putzu Spagna, 2010, col., 7’25’’

Un anziano signore cerca la sua felicità dentro vecchie foto… due mondi divisi dalla capacità di sognare.

 

Der Eisengler

Anna Montanyà, Germania, 2010, col., 16’

In  un monocromatico paesaggio invernale, la storia di un bambino solo emerge. Jonas ha un’idea molto pericolosa per far innamorare nuovamente i suoi genitori.

 

Stàdgata

Erick Love Lundqvist, Svezia, 2011,col., 10’

Attraverso l’immaginazione due persone in difficoltà ritrovano il piacere di vivere.

 

Overview

Richard Martin, Canada, 2011, col., 9’

Un muro di mattoni di vetro oscura la familiarità di suoni distanti e di richiami di città. Gli angoli cambiano, il mistero si dipana, e un solitario punto di vista è rivelato.

 

Souterrain

Erwin Haecker, Germania, 2010, col., 11’

Per un ladro una rapina può diventare un problema di coscienza non appena scopre che qualcuno sta pianificando qualcosa di peggiore.

 

Signs

Vincent Gallagher, Irlanda, 2010, col., 3’

C’è qualcosa di magico in ciò che vediamo tutti i giorni. A volte basta guarda con più attenzione.

 

/… flüssiges Papier

Michel Klöfkorn, Germania, 2010, col., 3’40’’

Un esperimento per un viaggio temporale realizzato attraverso il ritaglio di materiale fotografico.

 

Song

Eponine Momenceau, Francia, 2011, col., 12’30’’

Una stazione, i viaggiatori, il tempo dispiegato. Peregrinazioni di uno sguardo.

 

Sous la lame de l’épée

Hélier Cisterne, Francia, 2010, col., 12’30’’

Tom ha 16 anni. Cancellato e reso segreto, fa della sua invisibilità una linea di fuga.

 

Homo Sapiens Project (1)

Rouzbeh Rashidi, Irlanda, 2011, col., 8’

Un’esplorazione sperimentale su di un evento senza tempo, realizzata con un occhio di riguardo verso il linguaggio cinematografico del ventunesimo secolo.

Torna su