Biografia

 Stephen Dwoskin (New York, 1939 – Londra, 2012), dopo aver lavorato come designer, fotografo e produttore, nel 1961 ha realizzato i suoi primi cortometraggi, Asleep e American Dream. Nel 1964 si è trasferito a Londra, dove ha insegnato al Royal College of Art e in seguito al London College of Printing. Ha pubblicato un volume sull’avanguardia americana e inglese, Film Is, e un libro sui suoi fotomontaggi, Ha, Ha! La Solution Imaginaire. Ha girato oltre quaranta film, molti dei quali sono stati proiettati ai più importanti festival, compresi Cannes, Berlino, Rotterdam e Toronto. Al Lucca Film Festival gli è stata dedicata una retrospettiva alla quale è intervenuto (2006); per il progetto Twenty Puccini ha realizzato il suo Ascolta!, e nel corso delle seguenti edizioni del festival sono stati regolarmente presentati i suoi nuovi lavori.

Filmografia


Asleep
(1961), American Dream (1961), Alone (1963), Naissant (1964), Chinese Checkers (1964), Soliloquy (1964), Dirty (1965 – 1971), Me Myself and I (1967), Take Me (1968), Moment (1968), Trixi (1969), C-Film (1970), To Tea (1970), Times for (1971), Jesus Blood (1972), Dyn Amo (1972), Tod und Teufel (1973), Behindert (1974), Laaboured Party (1975), Just Waiting (1975), Girl (1975), Central Bazaar (1976), Kleiner Vogel (1976), Silent Cry (1977), Outside in (1981), Shadows from Light (1983), Ballet Black (1986), Further and Particular (1988), L’Esprit de Brendan Behan (1990), Face Anthea (1990), Video Letters (1991 – 2000), Face of Our Fear (1992), Trying to Kiss the Moon (1994), Pain Is… (1997), Intoxicated by My Illness (2001), Some Friends (2002), Another Time (2002), Lost Dreams (2003), Dad (2003), Dear Frances (2003), Grandpère’s Pear (2003), Visitors (2004), Oblivion (2005), Myself (2006), Nightshots (2007 – 2007), The Sun and the Moon (2007), Phone Portrait (2007), 49- Phone Strip (2007), Ascolta! (2008), Mom (2008), Age Is… (2012).

Torna su