LA STORIA DELLA MODA TRA CINEMA E SOCIETA’ A VILLA ARGENTINA

Giovedi 21 aprile alle ore 17, continua a Villa Argentina il ciclo di appuntamenti dedicati al cinema e alle altre arti, che accompagnano la mostra “Marco Bellocchio. La Pittura Dietro l’Obiettivo” (che prosegue fino al 1° maggio p.v.).

Il ciclo di incontri e proiezioni promosso dalla Fondazione Centro Arti Visive di Pietrasanta e dal Lucca Film Festival – Europa Cinema, in collaborazione con la Provincia di Lucca, curato da Alessandro Romanini e Nicola Borrelli, si sofferma questa volta su “Moda, Cinema & Design. Fra Storia, Costume e Artigianato”.

L’incontro affronta un percorso storico che dagli inizi del XX° secolo giunge fino ai nostri giorni, illustrando con l’ausilio di materiali visivi d’archivio, documentari e testimonianze filmate dei protagonisti, l’importanza di un settore produttivo come quello della moda – del fashion secondo i termini anglosassoni – che al pari del cinema ha saputo creare un immaginario collettivo fatto di sogni e desideri su scala mondiale, al pari del cinema.

E con il cinema – principale diffusore di trend – la moda ha sempre dialogato come verrà illustrato nel corso dell’incontro.

Cinema e moda binomio indissolubile (anche se il primo Oscar ai Costumi viene assegnato solo nel 1948) e collaborazione storica, dall’alimentazione del fenomeno del divismo che accompagna il cinema sin dalla sua nascita ai costumi di scena, passando per la sapienza artigianale.

Proprio in questo ultimo contesto, la Toscana gioca un ruolo di primo piano, grazie alle sue storiche “botteghe di moda”, alle esperienze degli atelier per il teatro e a figure di spicco come Salvatore Ferragamo ( il calzolaio delle stelle..), ma anche Emilio Pucci e Giovan Battista Giorgini, il creatore del primo evento moda a Firenze nel 1951 (First Italian High Fashion Show ) a Villa Torrigiani, che segnò la nascita della moda italiana nel mondo ( dal 1952 prenderà avvio la kermesse ospitata inizialmente nella Sala Bianca di Palazzo Pitti).

L’incontro illustrerà i vari momenti dell’evoluzione della moda, dalla sua nascita alla crisi tra le due guerre mondiali, dal passaggio dalle botteghe di moda ai grandi brand fino agli ultimi fenomeni, incrociando arte, artigianato, design e cinema.

Un argomento che trova una cornice ideale nei locali di Villa Argentina, gioiello del Liberty, fra le splendide ceramiche di Galileo Chini e i dipinti del sardo Giuseppe Biasi, che ospitano anche il dialogo fra cinema e pittura strutturato dalla mostra dedicata a Marco Bellocchio prodotta dal Lucca Film Festival – Europa Cinema.

Ingresso gratuito

Info: 0584 -48881 musei@provincia.lucca.it – pressoffice@cavpietrasanta.it