Aspettando Lucca Film Festival 2018: 10 Curiosità su David Lynch

David Lynch è considerato uno dei maestri visionari del cinema mondiale, il cui stile visivo e narrativo, dalla forte componente surrealista, è ben riconoscibile.

Per questo i suoi lavori possono essere considerati delle opere disturbanti e la sua creazione artistica una manipolazione del nostro inconscio.

Questo regista, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, è stato ospite del Lucca Film Festival per ben due volte, nel 2014 e nel 2017, e possiamo collegare questi due incontri con una sua citazione: “Mi piacciono le storie che continuano”.

Infatti, mentre nel 2014 rispose così a chi gli chiese se avrebbe mai realizzato una nuova stagione di Twin Peaks, nel 2017 è tornato per presentare i primi due episodi della terza stagione in versione cinematografica.

Però, visto che il 2017 si sta concludendo e il momento dell’annuncio degli ospiti del Lucca Film Festival 2018 è sempre più vicino, vi riveliamo qualche fatto curioso su David Lynch.

10 CURIOSITA’ SU DAVID LYNCH

1) Quando era ragazzo, Lynch non voleva entrare nel mondo del cinema ma voleva diventare uno psichiatra.

2) Ha creato la striscia comicaThe Angriest Dog in the World”.

Questa striscia comica è stata disegnata da David Lynch e pubblicata dal 1983 al 1992 su diversi giornali alternativi americani. Essa prende il nome dal solo personaggio visibile in essa, ovvero da un cane così arrabbiato da non potersi muovere, da non poter mangiare e da non poter ringhiare.

3) Non si è mai preoccupato di spiegare che cosa fosse il bambino mutante di Eraserhead ma secondo una leggenda è stato creato con un feto di mucca imbalsamato.

4) Da ragazzo decise di partire per l’Europa per studiare il pittore Oskar Kokoschka, ma invece di rimanere tre anni, come si era posto di fare, è tornato negli Stati Uniti dopo due settimane.

5) Nel film Strade perdute i mobili sono stati progettati e creati da David Lynch.

6) Quando ha incontrato Isabella Rossellini le ha detto: “Potresti essere la figlia di Ingrid Bergman” e un amico che era con lui gli disse: “Idiota, lei è la figlia di Ingrid Bergman“.

7) Pratica meditazione trascendentale per venti minuti al giorno dal 1973.

Il regista infatti ritiene che la meditazione sia necessaria, come ha affermato proprio qua a Lucca il 22 Giugno 2017 prima della proiezione di Twin Peaks, perché ci permette di accedere alla tranquillità della nostra interiorità e di farla emergere per creare un mondo di pace.

https://www.luccafilmfestival.it/lynch-viviamo-un-mondo-stressante-praticate-la-meditazione/

 

8) E’ cantante ed è un fan di Elvis Presley.

9) I registi che lo hanno influenzato maggiormente sono: Luis Buñuel, Federico Fellini, Ingmar Bergman, Stanley Kubrick e Roman Polanski.

10) Alcuni dei suoi film preferiti sono: 8 1/2 e La Strada di Fellini, Lolita di Kubrick e Persona di Ingmar Bergman.