Regolamento

[av_section min_height=’custom’ min_height_px=’300px’ padding=’default’ shadow=’no-border-styling’ bottom_border=’no-border-styling’ id=” color=’main_color’ custom_bg=” src=’http://effettocinemanotte.it/wp-content/uploads/2016/01/Giuse3.jpg’ attachment=’59’ attachment_size=’full’ attach=’parallax’ position=’center center’ repeat=’no-repeat’ video=” video_ratio=’16:9′ overlay_enable=’aviaTBoverlay_enable’ overlay_opacity=’0.5′ overlay_color=’#0a0a0a’ overlay_pattern=” overlay_custom_pattern=”]
[av_heading heading=’Regolamento’ tag=’h1′ style=’blockquote modern-quote modern-centered’ size=’37’ subheading_active=’subheading_below’ subheading_size=’25’ padding=’10’ color=’custom-color-heading’ custom_font=’#ffffff’]
per la partecipazione a Effetto Cinema Notte 2016
[/av_heading]
[/av_section]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

Queste sono le regole fondamentali per far parte dell’evento con delle proprie autoproduzioni, affinché ci possa essere una coerenza e un livello medio qualitativo che lo renda degno di essere considerato nella sua unicità a livello nazionale ed internazionale.

La direzione artistica coordina e indirizza tutti le autoproduzioni all’interno del contenitore dell’evento, per valorizzarne i contenuti, le scelte, le linee e i percorsi artistico culturali, indicando caratteristiche tematiche e modalità di svolgimento, nonché veicolandone ogni aspetto della comunicazione.

1. La città viene divisa in macro aree tematiche riferite a generi cinematografici. La direzione artistica ha deciso la seguente conformazione delle aree e i temi ad esse abbinate per il 2016: link alla mappa 2016.

Tutti i soggetti che vogliono aderire sono quindi invitati a proporre alla direzione artistica uno o più film a cui abbinare il proprio esercizio, coerentemente con l’area e il tema all’interno della quale è collocato l’esercizio stesso.

2. Ogni esercizio pubblico, una volta concordato il film insieme alla direzione artistica, deve proporre alla direzione artistica un allestimento. Con allestimento intendiamo la trasformazione del locale stesso in luogo inerente al film scelto, attraverso l’uso di elementi scenici dedicati e costumi per il personale.

3. Le musiche della serata devono essere parte della colonna sonora del film scelto o inerenti al tema del film stesso. (Ad esempio: se il film è western non si potrà utilizzare una musica techno ma country, se il film è cyber punk avverrà l’opposto). Ogni locale è libero di scegliere come usare la musica: semplice diffusione, dj, musica dal vivo. La Siae è a carico dei locali.

4. Ogni locale potrà avvalersi di animazioni artistiche di ogni tipo, sempre collegati al film scelto, per animare la serata all’interno e all’esterno dell’esercizio. L’organizzazione fornirà la lista di alcuni artisti, tecnici, scenografi, compagnie di danza e teatro ecc ecc resisi disponibili ad essere coinvolti, in alcuni casi gratuitamente e in altri no.

La lista sarà divulgata sia sul sito dell’evento (Effettocinemanotte.it), sia a mezzo stampa, sia tramite comunicazioni interne di Confcommercio. Ognuno può comunque avvalersi di chi vuole – previa disponibilità (chi prima contatta gli artisti avrà su di loro la priorità e in caso di accordo fra le parti l’esclusiva) e la trattativa è in ogni caso privata. L’organizzazione ne rimane fuori, riservandosi un ruolo di supervisione una volta decise le linee delle esibizioni.

5. Reperimento dei materiali scenici, smontaggio e montaggio delle scenografie è compito dei pubblici esercizi, che sono tenuti a montare entro un’ora dall’inizio dell’evento. Lo smontaggio è a discrezione dell’esercizio pubblico, salvo che per eventuali materiali che occupino suolo pubblico concesso alla direzione artistica dell’evento, che dovranno in questo caso essere quindi smontati entro 48 ore dalla fine dell’evento. La direzione artistica se rende comunque disponibile ad aiutare gli esercizi pubblici nel reperimento dei materiali necessari.

6. L’organizzazione copre le spese relative al suolo pubblico e ai permessi di pubblico spettacolo per tutti i locali ufficialmente partecipanti, i permessi per mezzi di trasporto per montaggi/smontaggi nonché il coordinamento delle pratiche burocratiche riguardanti tali permessi. La direzione artistica curerà e produrrà inoltre, completamente a proprio carico, uno o più main event, collaborando con professionisti del settore e nomi internazionali legati al Lucca Film Festival e Europa Cinema 2016 (vedi Terry Gilliam edizione 2015).

7. La direzione artistica garantisce anche ad ogni esercizio pubblico che individuerà uno o più sponsor la proiezione, alcune volte al giorno, di una pubblicità audiovisiva cada sponsor all’interno delle strutture (7) dove si svolgerà il Lucca Film Festival e Europa Cinema 2016, per tutta la durata del festival dal 3 al 10 aprile 2016.

8. L’intera campagna di comunicazione dell’evento è completamente a carico della direzione artistica, che investirà nei seguenti campi: creazione di un concept (logo e slogan), elaborazioni grafiche, stampe e distribuzione di manifesti, mappe e cartoline; creazione di una app gratuita per i dispositivi Apple e Android con tutte le info in tempo reale; organizzazione di conferenze stampa capaci di veicolare i vari annunci sul territorio locale e nazionale; promozione virale sui social network tramite hastag universale; messa a punto di partnership con tutti i mass media del territorio (stampa, quotidiani online e tv) e con editoria di settore al livello nazionale (magazine di cinema, eccetera) per la copertura totale dell’evento; copertura video e fotografica dell’evento stesso con l’assegnazione di squadre video e fotografiche per ogni area tematica; sinergia con tutti i soggetti istituzionali; messa a punto di un piano di sicurezza delle aree in collaborazione con la Protezione Civile , la polizia municipale e le forze dell’ordine del territorio. L’obiettivo degli esercizi pubblici deve essere quello di alimentare e sostenere le azioni descritte, in linea con le regole sopraelencate.

Tutte le adesioni devono pervenire all’indirizzo direzione@effettocinemanotte.it entro e non oltre il 15 febbraio 2016.

[/av_textblock]

Torna su