Proiezione de “Il Femminismo di Paola Columba” tra gli eventi del Lucca Film Festival

Le battaglie femministe degli anni ’70 viste dalla YouTube generation, dalle ragazze di oggi, che spesso pensano che femminismo sia speculare a maschilismo e usano il corpo e il sesso in modo strumentale, separandoli dalla loro identità. E’ questo il tema di “Femminismo!”, il film di Paola Columba che sarà proiettato domani, 7 aprile, all’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca alle ore 17.

Saranno presenti Carlotta Cossutta e Arianna Mainardi,  rispettivamente all’Università del Piemonte Orientale e della Scuola Normale di Pisa, autrici della ricerca “Dirsi o non dirsi femministe, l’esperienza politica delle ragazze”, un lavoro che indaga il modo in cui le giovani donne interpretano la politica e il femminismo stesso.

Secondo le due ricercatrici le ragazze di oggi si muovono tra modelli antitetici: assoluta libertà di azione, (che magari poi si limita al piano dei consumi) estremo individualismo, da una parte, e dipendenza, debolezza, bisogno di tutela dall’altra. In questo contesto il Femminismo, nella sua varietà e ambiguità, può essere o non essere una scelta: dirsi o non dirsi femministe?

a ingresso libero