recensione

Il pauroso salario dello stregone Friedkin

Il motivo per cui il remake di Il salario della paura  (Vite vendute, 1953) di Henri-Georges Clouzot, ha questo titolo, è da ricercare nel percorso artistico di William Friedkin. Il grande  regista statunitense che quattro anni prima aveva  diretto The Exorcist (L’esorcista) ripropone  il tema della possessione, che continua anche in questo cult maledetto  a contagiare i personaggi …

Il pauroso salario dello stregone Friedkin Leggi altro »

Gravity. Il (fanta)cinema puro di Cuaròn

«A 600 KM DALLA TERRA NON C’ È NULLA CHE TRASPORTI IL SUONO NON C’È PRESSIONE DELL’ARIA NON C’È OSSIGENO LA VITA NELLO SPAZIO È IMPOSSIBILE» Cuaròn si improvvisa illusionista e un iniziale, lento pianosequenza, che indugia su corpi e oggetti fluttuanti, provoca un’estatica contemplazione dell’universo, un’esperienza sensoriale del dolce cosmico fluire. Gravity non è …

Gravity. Il (fanta)cinema puro di Cuaròn Leggi altro »

William Friedkin e il mito dell’Esorcista

Assoluto cult datato 1973, L’Esorcista di William Friedkin è senza dubbio  la narrazione di possessione  demoniaca più inquietante della storia del cinema contemporaneo.  Sono passati quarantadue anni da quando “L’esorcista” ha fatto capolino nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, procurando brividi di puro terrore in chiunque fosse accorso a vedere il film.  Come già accaduto per …

William Friedkin e il mito dell’Esorcista Leggi altro »